Mio padre è un professore universitario famoso per gli scambi culturali che propone a studenti, colleghi e conoscenti. Lo scambio culturale consiste in un baratto tra produzioni casalinghe: conserve, formaggi, liquori, dolci tipici o qualunque altro genere alimentare possa essere proposto in cambio di una bottiglia di limoncello o di finocchietto.

Il limoncello migliore si prepara in inverno, tra Natale e Pasqua. Il finocchietto si produce ad Agosto sotto il portico della casa al mare, e capita spesso di venire coinvolti (come diciamo in famiglia obtorto collo o spintaneamente) nella lunga lavorazione.
La mano d’opera non qualificata viene ricompensata con una percentuale di prodotto finito.

Finocchietto di Massa Lubrense (ricetta di Antonio)

Ingredienti:

  • fiori di finocchietto. Il finocchietto è una pianta selvatica, di altezza compresa tra uno e due metri; fiorisce in estate e si trova sul bordo delle strade, i fiori sono giallo verdi
  • alcool puro a 95° di qualità buona e nota
  • zucchero
  • acqua non dura; se necessario bollirla, scartando poi il residuo

Dosi:

  • 300 gr. di fiori di finocchietto
  • un litro di alcool
  • un litro di acqua
  • 400 gr. di zucchero

Preparazione:

  1. raccogliere le infiorescenze gialle, profumate e pulite (non i semi) dalla pianta di finocchietto, unendo anche le gemme verdi tenere.
  2. mettere l’alcool in un recipiente di vetro a bocca larga, immergere i fiori di finocchietto nell’alcool.
  3. lasciar riposare per tre giorni in luogo scuro con tappo. Preparare uno sciroppo di acqua e zucchero, sciogliendo lo zucchero in acqua calda, lasciare raffreddare lo sciroppo a temperatura ambiente.
  4. recuperare l’alcool dai fiori ed unirlo allo sciroppo, filtrare bene con ovatta o filtri di carta poiché il liquore presenta una densa patina oleosa.

Il liquore è di colore verde scuro, si può bere subito. Se la patina sul liquore si riforma occorre filtrarlo nuovamente dopo una settimana. I fiori più belli e puliti si raccolgono sul monte S.Costanzo a Massa Lubrense. Il periodo migliore per la preparazione è ad agosto, dopo le prime piogge estive.

Baratto: il finocchietto viene barattato con qualsiasi cosa (es. libro, caciotta, salume, liquore, ecc.)

Altre ricette da provare